BONUS ENERGIA (LUCE E GAS) E BONUS IDRICO
BONUS ENERGIA (LUCE E GAS) E BONUS IDRICO


BONUS ENERGIA ELETTRICA
Il “Bonus energia elettrica” è un’agevolazione introdotta dal 2008 per sostenere la spesa energetica delle famiglie in condizione di “disagio economico”, garantendo un risparmio sulla spesa annua per l'energia elettrica.
Hanno inoltre diritto al bonus tutte le famiglie presso le quali vive una persona in gravi condizioni di salute, costretta ad utilizzare apparecchiature domestiche elettromedicali necessarie per l’esistenza in vita “disagio fisico
Hanno diritto al “Bonus energetico” tutti i Cittadini intestatari di una fornitura elettrica nell’abitazione di residenza, in condizioni di: 
  • DISAGIO ECONOMICO, con un valore ISEE fino a 8.107,50 euro per la generalità degli aventi diritto, e con valore ISEE fino a 20.000 euro per i nuclei familiari con quattro e più figli a carico; i titolari di Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza con ISEE superiore a € 8.107,50 (e comunque entro i 9.360 euro di limite previsto per il RdC/PdC) hanno ugualmente diritto all’agevolazione;
  • e/o DISAGIO FISICO, con uno dei componenti il nucleo familiare in gravi condizioni di salute tali da richiedere l’utilizzo delle apparecchiature elettromedicali necessarie per la loro esistenza in vita.
L’agevolazione per il disagio economico si può chiedere in qualsiasi periodo e vale per un anno dal momento della presentazione della domanda: se permangono i requisiti se ne chiede il rinnovo negli anni seguenti.
L’agevolazione per il disagio fisico non ha invece scadenza, occorrerà solo comunicare la cessazione nel caso non si utilizzino più le apparecchiature per le quali è stata richiesta.
In entrambi i casi il bonus viene riconosciuto sotto forma di uno sconto in bolletta.
 
Cosa Occorre?
  • Attestazione ISEE in corso di validità rilasciata ai sensi del DPCM n. 159 del 05/12/2013 e del Decreto 7 novembre 2014 in corso di validità (per il requisito del disagio economico).
  • Fotocopia ultima fattura/bolletta relativa al consumo dell’energia elettrica disponibile
  • Fotocopia del documento di identità valido
  • Copia della certificazione rilasciata dall'ASL (per il requisito del disagio fisico)
 
Il diritto al bonus ha una validità di 12 mesi.
Se al termine di tale periodo l’utente ha ancora i requisiti necessari per l’ammissione (ISEE entro la soglia stabilita e presenza di un contratto di fornitura per il servizio di acquedotto presso l’abitazione di residenza) potrà rinnovare la richiesta di bonus presentando apposita domanda accompagnata da un’attestazione ISEE in corso di validità, a dimostrazione del permanere delle condizioni di disagio economico.
La domanda va presentata circa un mese prima della scadenza dell’agevolazione in corso, al fine di garantire la continuità dell’erogazione.
Un’apposita comunicazione verrà inviata a tutti gli utenti interessati in prossimità della scadenza, per ricordare la data utile per il rinnovo in continuità.
 
BONUS GAS
Il “bonus gas” può essere richiesto per il gas metano distribuito a rete (non per il gas in bombola o per il GPL) con riferimento ai consumi nell’abitazione di residenza.
Per fare domanda, occorre essere titolari di un contratto diretto di fornitura del gas e di un indicatore ISEE non superiore a 8.107,50 euro. euro. Nel caso di famiglia numerosa, con almeno 4 figli a carico, l’ISEE non dovrà essere superiore a 20.000 euro.
I titolari di Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza con ISEE superiore a € 8.107,50 (e comunque entro i 9.360 euro di limite previsto per il RdC/PdC) hanno ugualmente diritto all’agevolazione.
Questi parametri economici sono gli stessi che permettono ai clienti domestici di accedere anche al bonus elettrico per disagio economico.
Il bonus può essere richiesto anche da coloro che utilizzano impianti di riscaldamento condominiali, ovviamente a gas naturale, se in presenza dei requisiti sopra indicati.
Il bonus è determinato ogni anno dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG) ed il suo valore bonus sarà differenziato:
• per tipologia di utilizzo del gas (solo cottura e acqua calda; solo riscaldamento; oppure cottura, acqua calda e riscaldamento insieme);
• per numero di persone residenti nella stessa abitazione;
• per zona climatica di residenza, tenendo conto delle specifiche esigenze di riscaldamento delle diverse località.
Per le forniture individuali (cliente diretto) il bonus viene riconosciuto sotto forma di uno sconto in bolletta, mentre per le forniture centralizzate condominiali (cliente indiretto) il bonus sarà erogato in un'unica soluzione tramite bonifico domiciliato da ritirare in contanti presso un qualsiasi ufficio postale.
 
Cosa Occorre?
  • Attestazione ISEE in corso di validità rilasciata ai sensi del DPCM n. 159 del 05/12/2013 e del Decreto 7 novembre 2014 in corso di validità (per il requisito del disagio economico).
  • fotocopia ultima fattura/bolletta relativa al consumo del gas (in caso di utenze centralizzate, occorre una fotocopia della bolletta del gas del condominio)
  • Fotocopia del documento di identità valido
 
Il diritto al bonus ha una validità di 12 mesi.
Se al termine di tale periodo l’utente ha ancora i requisiti necessari per l’ammissione (ISEE entro la soglia stabilita e presenza di un contratto di fornitura per il servizio di acquedotto presso l’abitazione di residenza) potrà rinnovare la richiesta di bonus presentando apposita domanda accompagnata da un’attestazione ISEE in corso di validità, a dimostrazione del permanere delle condizioni di disagio economico.
La domanda va presentata circa un mese prima della scadenza dell’agevolazione in corso, al fine di garantire la continuità dell’erogazione.
Un’apposita comunicazione verrà inviata a tutti gli utenti interessati in prossimità della scadenza, per ricordare la data utile per il rinnovo in continuità.

BONUS IDRICO
Dal 1° luglio 2018 è possibile presentare richiesta per il “bonus idrico”, un’agevolazione introdotta dal 2018 per sostenere la spesa per la fornitura idrica delle famiglie in condizione di “disagio economico”, garantendo un risparmio sulla spesa annua per tale fornitura.
Il bonus è rivolto agli utenti domestici che usufruiscono del servizio idrico (acqua) sia come utenze singole (utenti domestici diretti) che come utenze condominiali (utenti domestici indiretti).
Per accedere al bonus idrico il  valore ISEE del nucleo non deve essere superiore a euro 8.107,50 (20.000 euro nel caso di famiglia numerosa, con almeno 4 figli a carico).
Il diritto al bonus ha una validità di 12 mesi.
Se al termine di tale periodo l’utente ha ancora i requisiti necessari per l’ammissione (ISEE entro la soglia stabilita e presenza di un contratto di fornitura per il servizio di acquedotto presso l’abitazione di residenza) potrà rinnovare la richiesta di bonus presentando apposita domanda accompagnata da un’attestazione ISEE in corso di validità, a dimostrazione del permanere delle condizioni di disagio economico.
La domanda va presentata circa un mese prima della scadenza dell’agevolazione in corso, al fine di garantire la continuità dell’erogazione.
Un’apposita comunicazione verrà inviata a tutti gli utenti interessati in prossimità della scadenza, per ricordare la data utile per il rinnovo in continuità.
Cosa Occorre?
  • Attestazione ISEE in corso di validità rilasciata ai sensi del D.P.C.M. n. 159 del 05/12/2013 e del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali n. 146 del 1° giugno 2016 e successive modificazioni
  • Bolletta relativa al Servizio Idrico (acqua) fornito da Pavia Acque
relativa all?anno 2018. Nel caso di utenze condominiali, va allegata la copia della bolletta del condominio e vanno forniti i dati dell?Amministratore condominiale indispensabili per l'erogazione del beneficio
  • Documento d'identità/riconoscimento in corso di validità del richiedente